Sottomissione

imgres-1Ho appena finito di leggere l’ultimo libro di Michel Houellebecq, Sottomissione. Chiunque attribuisca a questo autore, a questo libro, anche la più infinitesima responsabilità nei tragici eventi di inizio gennaio a Parigi, cioè l’eccidio di satirici fumettisti che lavoravano al settimanale Charlie Hebdo e di altre persone nelle immediate vicinanze da parte di due mentecatti esaltati, è un perfetto imbecille. Ovviamente, questa è la mia umile opinione.

Born Footballer, II

Badoglio«Tanto tra 5 minuti mi toglie». Corrado mi guarda stupito, senza aprire bocca mi chiede come possa leggere nel futuro così perentoriamente. Lui che cerca di incoraggiarmi appena usciti dagli spogliatoi, noi siamo quelli con i «piedi buoni» e dobbiamo risolvere la partita. Lo farà lui, dopo tre minuti, con una precisa punizione che il portiere del Piacenza non sarà svelto a sufficienza ad abbassarsi per respingere. Corrado non lo sa, ma io conosco il Tödesc da sempre, dalla prima volta che ha aperto la bocca in mia presenza, anzi da prima ancora, dalla prima volta che lo vidi. Continua a leggere

Born Footballer

Pantofola d'oro«Alurö, egnet a jüga st’an kee o no?»[1] Non so cosa rispondere. Siamo tutti seduti all’aperto, all’esterno della famosa Pizzeria Ringo, la pizza qua è una meraviglia, la crosta bassa, annerita quella giusta misura, in cui il carbone l’olio e la pasta si mescolano e si sciolgono docili al primo delicato morso, in bocca. Continua a leggere