Utopie

Un partito radicato sul territorio, come il PCI (l’ideale è prendere un partitino insignificante in termini numerici [Federazione della Sinistra, SEL, Rifondazione van tutti bene] già esistente e sostituirne il gruppo dirigente nazionale at once). Un cerchio magico di adepti/eletti, come la Lega. Un afflato mistico, come la DC. Contiguità biografica, come la Generazione TQ. Affiliazione rituale, come un qualsiasi ordine Massonico. L’uniforme non è necessaria, ma un po’ di colore rosso non guasta. Trenta persone, due distinte funzioni: quindici amministratori della cosa pubblica, quindici selezionatori/educatori della nuova infornata, che li preparano a prendere le redini otto-dieci anni dopo il gruppo amministrativo che li precede. Un ciclo permanente educativo (che dai quindici può allargarsi ad alcuni precedenti amministratori, ma sempre rimanere un numero non superiore a trenta), un ciclo a termine amministrativo (appunto otto-dieci anni). La mia ricetta per il paese. Cioè per la sua parte sinistra.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...