The Box

Che fine ha fatto la politica? Non si capisce bene, se si leggono i giornali italiani. Tutti i membri del parlamento italiano, nessuno dei quali eletto e pochi degni della posizione, stanno ancora al loro posto, e ci staranno sino alla scadenza naturale della primavera 2013. Chi glielo fa fare di rinunciare al loro ultimo anno e mezzo di privilegi? Molti sanno che non avranno possibilità alcuna di ritornare a faticare per il bene comune (please, note the sarcasm). Ma al timone ora c’è una anomala pattuglia: ricca, cattolica, educata, tecnica, . Di nuovo: che fine ha fatto la politica? Nessuna sparizione, è solo fuori dal fuoco mainstream. È rimasta nei libri, in molte assemblee sparse sul territorio, a volte nelle strade. Gli esempi non mancano: No Tav, “Se non ora quando?”, “Teatro Valle Occupato,” etc. Purtroppo, oltre venti anni di ottusità assommati ad altrettanti anni di corruttibilità hanno contribuito a determinare la scadente preparazione dei politici di professione di oggigiorno. Ancor più grave, essendo loro impreparati non hanno di conseguenza potuto aiutare la leva successiva a prepararsi per l’assunzione di responsabilità collettiva che rimane la missione politica per eccellenza. E siamo perciò al punto di oggi: a chi viene affidato il compito di dirigere il paese? A gente che, di mestiere, dirige, amministra, controlla. Non saranno costoro a salvarci. È tempo di tornare allo studio, e allenarsi a pensare “outside the box.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...