Selling and Buying

A Berkeley, il 9 febbraio Nicholas Purcell, autore con Peregrine Horden del celeberrimo The Corrupting Sea, tiene la prima delle sue sei Sather Classical Lectures. Siamo nella Wheeler Hall, famosa anche perché vi teneva i suoi corsi Michel Foucault. Il titolo è intrigante, in un modo poco immediatamente spiegabile: “On the Strangeness of Buying and Selling.” La stranezza del titolo viene affrontata solo alla fine della sua conferenza dallo storico di Oxford in visita nella Bay Area per questo semestre: compratori e venditori sono diversi tra loro, e questa differenza non viene mai meno, dice. Il mercato, e qua sta il fascino del suo argomento, è tutt’altro che retto da convinzioni e criteri egualitari, democraticheggianti: “Reciprocity is always mythical,” spiega, alla faccia di tutti i sostenitori dell’assioma dell’autoregolazione del mercato (fallacia mai abbastanza rigettata). Quello che il mercato produce, ciò su cui si fonda, e ciò che lo rende possibile, continua, non è affatto eguaglianza: questa, infatti, è essa stessa una “merce” venduta dagli ideologi di mestiere, cioè da coloro che sono pagati per convincere l’audience. Per rendere chiaro sin da subito cosa intende con la endiadi comprare e vendere, Purcell propone un esempio piuttosto inconsueto, e che certo i profeti di ogni mercato egualitario non accennano nemmeno per scherzo: la cessione di Gesù da parte di Giuda, per trenta denari. Comprare e vendere sono secondo Purcell attività sovraccariche di significati, e per noi che viviamo nei secoli del capitale non occorre aggiungere ulteriori dettagli. Ma fa una certa impressione sentire uno storico della cultura classica affermare cose del tipo: “Sale is about bringing about a new order, […] and the potentially violent abrogation of an old order,” e poi finire, quasi foucauldianamente, dicendo che i mercati sono sempre connessi alle strutture di potere, sin dall’antichità. L’ossequioso silenzio della sala e l’applauso sostenuto e convinto al termine sono eloquenti, e forse alimentati anche dalla consapevolezza di essere nel pieno di una diseguale compravendita gestita da una cricca di soggetti tutt’altro che rassicuranti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...