Standard

Mai rubato come il PSI, dice l’uomo tutto canottiera, nepotismo, e maschilismo schifosetto. Certo, appoggiare per interesse personale il caimano per decenni, piazzare un imbecille come il figlio sul libro paga dell’odiata (ma spremuta) Italia, irrorare di vil danaro la scuola della moglie sovvenzionata dalle tasche delle lavoratrici e dai lavoratori, “sprecare” i soldi ricevuti per svolgere attività a beneficio della comunità, favorire l’altro mentecatto rampollo di casa nelle sue bravate, e trattare come cosa propria territorio, persone, e istituzioni che avrebbe invece dovuto servire, sarebbero semplici difetti, disfunzioni, incidenti di percorso, se paragonate al PSI. Peccato che non ci sia che la quantità a differenziare questo individuo e la cloaca craxiana. Pover’uomo. Del resto, che sia costretto a scegliere come pietra di paragone uno dei più infimi soggetti (il PSI del contumace) espressi dalla storia politica repubblicana per marcare la sua virtù, lo squalifica senza possibilità di ammenda. Ma attendiamo fiduciosi gli esiti promessi  dalla pulizia effettuata dal più stolido ex-primo poliziotto d’Italia, il barbaro sognante.

UPDATE #1: Come diceva quel tale? Cambiare tutto per non cambiare nulla? Tutti uguali ‘sti terroni…

UPDATE #2: va beh, allora lo fate apposta, ditecelo che volete solo resuscitare la perduta arte circense

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...