“Una lunga aspra stagione di fatica del concetto”

Una volta il grande Meneghello scrisse che avrebbero dovuto, lui e quelli della sua banda di piccoli maestri impegnati nella guerra per bande, leggere Mazzini, perché c’era già tutto quello di cui avevano bisogno: strategie e tattiche per riuscire laddove invece loro stavano fallendo, e avrebbero continuato a fallire. Ho avuto la stessa sensazione leggendo Dall’estremo possibile, un libro profetico, un manuale per l’uso della politica in questo disgraziato tempo, curato dall’amico Pasquale Serra, che raccoglie scritti e parlati del grande Mario Tronti. C’è già tutto. C’è, per esempio: “Questo è un mondo che li aggredisce, i giovani, nel corpo, nella loro condizione materiale, e nello stesso tempo cerca di sedurli nell’anima, appunto nella loro formazione intellettuale.” C’è anche: “ La strategia non va abbandonata a se stessa, ma va consegnata a una forma organizzata [… serve]: una teoria che produca cultura, cultura alta e cultura diffusa, e non, come oggi, culture varie, plurali, che non producono alcuna teoria.” C’è: “La sinistra degli ultimi tre decenni, questa volta senza distinzioni tra moderati e radicali, ha messo tutti e due i piedi nella trappola [di credere al Novecento come epoca antitragica]. In modi diversi, con parole diverse, si sono messi a predicare la civiltà delle buone maniere in un mondo di crescente barbarie.” C’è già, per esempio: “Non occupiamoci dell’antipolitica prodotta dal populismo conservatore. La conosciamo e la combattiamo. È l’impolitico prodotto dal campo progressista che dobbiamo qui mettere sotto critica.” C’è, per esempio: “Non esiste «un altro modo di fare politica.» Questa massima è all’origine dell’attuale crisi della politica”. E c’è: “Tra politica e modernità si è stretto un patto demoniaco, che se lo incontri non lo eviti. E se lo eviti, diventi postmoderno, cioè niente, chiacchieri di mondi inesistenti, vedi le stelle che non ci sono. Volere un altro modo di fare politica è come volere un altro modo di fare economia capitalistica.” Leggete Serra e Tronti, procuratevi nuove armi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...