Stupidi o complici?

Per dire, con un ironico sorriso sulle labbra o con una sorpresa infantile, che il re è nudo, serve l’innocenza dirompente di un bimbo o una bimba. Oppure, la semplicità devastante — per i criminali e per le loro marionette — di un presidente islandese. Perché non lasciano fallire le banche private come lasciano fallire le compagnie aeree, o altre aziende economiche, si chiedono gli islandesi? Noi l’abbiamo fatto, e stiamo assai meglio di 4 anni fa, dicono (quando si trovarono a soffrire le pene dell’inferno per colpa di un Inside Job.). Immagino che a Davos, quest’uomo pacioso e rivoluzionario, venga trattato come un lebbroso.

Ora, che qualcun* lo dica ai vari sedicenti esponenti di centro-sinistra, sinistra, e varie in campagna elettorale in Italia: il Pensiero Unico è quello che ci frega.

Meglio essere bufali che locomotive.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...