Entropie evitabili

imagesLo scorso anno ha fatto quello che sa fare quando messo nelle condizioni adatte a lui: dategli una squadra giovane, una piazza non invadente, e tempo a disposizione: e state a guardare. Zeman ha messo assieme qualcosa che chiunque altro si sogna: squadra spettacolo, gioco travolgente, e risultati (promozione in Serie A). E, come in ogni storia che si rispetti, la Roma, la squadra mai dimenticata, che gli offre una nuova opportunità. Venerdì scorso, i titoli di coda sulla seconda esperienza capitolina, sponda romanista, sono scesi: e tutti adesso a dargli addosso. Tutti? Non proprio. Ma rimaniamo agli artefici principali della messa in soffitta, solo per ora, della fabbrica di calcio Zeman, fatta di sudore, collettivo, rispetto dei ruoli, e pazienza. Fanno pena i commenti dei dirigenti romanisti: Sabatini dice che sta malissimo per la scelta, Baldini che era l’unica scelta da fare. Ovvero: rischiamo il default! Ce lo chiede l’Europa! Chissà perché, mi pare di risentire Napolitano e i vertici del PD, circa November 12, 2011. Questa nuova, antica generazione di “responsabili”, che non ha alcuna idea di cosa sia necessario fare in tempo di crisi tanto quanto è incapace in tempi di ordinaria amministrazione, purtroppo imperversa. Epitome di questa condizione imperante, ecco Bersani, ieri, che si inalbera con Monti: “Così salta l’alleanza!” Qualcuno che abbia a cuore le sorti di questo brav’uomo (Bersani, non il pessimo Monti), e dell’Italia, gli dica, per favore, che la definizione di disabilità è l’incapacità di imparare, ripetere da zero le stesse azioni, gli stessi errori. Così, tanto per…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...