Point Lenana: casual offshoots II

Onomasticidio: una brutta parola, una peggiore azione. 

‘La modifica del cognome riguarda tra le cinquantamila e le centomila persone. I criteri con cui ha luogo sono sempre basati su forzature, e spesso platealmente assurdi. A volte si sceglie l’assonanza a scapito del significato, altre volte l’inverso. A Trieste il «cervello» dell’intera operazione è un funzionario prefettizio, il marchigiano Aldo Pizzagalli, poeta e drammaturgo dilettante. Pizzagalli presiede una commissione ad hoc nominata dal governo, che però si riunisce di rado. In realtà, pare che prenda quasi tutte le decisioni da solo. Il problema è che non è un linguista, non ha competenze di onomastica né etimologiche, non parla lo sloveno e nemmeno il croato. Insomma, procede seguendo l’estro, da poeta. In parole povere: alla carlona. I Mamilovič, in croato «Carbonai», vengono patriotticamente ribattezzati Mameli, ma anche Mamili, a seconda di come s’è svegliato Pizzagalli quella mattina. Tutti i cognomi bisillabi che iniziano con Mil- (Milos, Milič, Miloch eccetera) vengono cambiati in Millo, che però è un cognome piemontese, originario del Monferrato. Il cognome Vodopivec è tradotto letteralmente in Bevilacqua. Jugovaz, letteralmente «del Sud», diventa… Meriggioli. Il signor Ivetaz si vede assegnato il cognome Giannini, forse perché Iv- fa pensare a Ivan che vuol dire Giovanni e quindi Gianni. Zupan, che vuol dire «sindaco», diventa Soppano, cognome italiano inventato di [in-]sana pianta. Al signor Matkovič è concessa facoltà di scegliere tra vari cognomi italiani: Mateassi, Mateoni, Matteioni, Matteoni, Marchi, Mattioli e Morelli (!) E per quale ragione i quattro fratelli Covacich si ritrovano quattro cognomi diversi? Covacci, Covelli, Fabbri e Fabbroni. A volte Pizzagalli, o chi per lui, si burla dei malcapitati, come quando ribattezza la famiglia Smerdel «Odorosi». Ma lo humour è usato anche come arma di dissenso. All’avvocato Slavich un funzionario della prefettura chiede se sia al corrente che un regio decreto rende possibile «ridurre» il cognome.

– Vi pare che non lo sappia? Sono avvocato.

– E sceglierete un cognome italiano?

– Certo, come tutti i buoni patrioti.

– Ne ha già scelto uno?

– Sì. Mi chiamerò «Italiancich».

Lo scrittore Miro Tasso definirà questa campagna «onomasticidio di stato». Ma è  anche un onomasticidio di classe, perché il provvedimento non riguarda i pezzi grossi. Ai fratelli Cosulich, armatori e finanziatori degli squadristi, nessuno imporrà mai l’italianizzazione del cognome. E poiché i ricchi sono esentati, il grottesco esito è che un cognome non italianizzato diviene un ulteriore segno di distinzione. Intanto, la soppressione degli istituti di credito e delle casse rurali porta al fallimento molti agricoltori sloveni e croati. Chissà se Kosovel presagiva questo, quando, nella poesia Smrtni Opoj («Ebbrezza di morte»), scriveva: «La gente vende i mobili, | dà in pegno il cuore, | dà in pegno la ragione | e s’impicca alla finestra». Per impadronirsi delle loro terre, verrà costituito l’Ente per la rinascita agraria delle Tre Venezie, che rileva i poderi messi all’asta. Nel 1937 l’ennesimo regio decreto autorizzerà l’Ente a espropriare qualsiasi proprietà agricola. L’opera di bonifica etnica e colonizzazione italiana verrà interrotta solo dalla guerra.’ (Point Lenana, 196-197)

Si comincia così, dalla lingua, come se l’identità, concetto scivoloso come pochi, non possa prescindere dai nomi. Ma se l’onomastica può essere manipolata, non così la personalità. Non so nulla di cosa abbia fatto successivamente l’avvocato Italiancich, ma mi stupirei se fosse diventato uno strumento dell’avanzamento della barbarie italiana di quegli anni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...