Etichettato: crisi

Domande di un lettore operaio

La Fiat ha bisogno di soldi?

O è solo alla ricerca di massimizzare i suoi profitti, magari ricattando senza tante sottigliezze paesi come l’Italia, un paese in cui i sindacati sono ancora presenze abbastanza ingombranti, se viste dal lato padronale?

Esiste una relazione tra chiudere impianti in Italia,  paese in cui lo statuto dei lavoratori protegge i diritti della manodopera meglio che altrove, tanto che ingiusti licenziamenti vengono cancellati dalla magistratura, e assumere in Michigan?

Quante domande, nemmeno un grillo parlante a rispondere.

Annunci

Non ci sono soldi

[Comincio oggi una nuova rubrica, che sarebbe dovuta partire da qualche tempo, ma pazienza. Invecchio, ed oltre a imparare sempre nuove cose, mi pare di stare diventando anche più paziente. Ma forse è solo la calma prima della tempesta.]

Ci hanno ripetuto in tutte le salse che non ci sono soldi e, crisi tiranna, devono tagliare i servizi che elevano la dignità della persona (sempre quelli per primi, chissà perché): educazione, sanità, servizi sociali. Però ogni tanto salta fuori qualcosa che ci fa credere che non è esattamente così, e che avrebbero potuto controllare meglio, prima di mettere in condizioni umilianti milioni di persone. Prova #1.